Blog tour nella Marca Trevigiana: giorno 3

Storia, arte, cultura e gusto: questo il programma della terza ed ultima giornata del mio blog tour “Tutti i colori della Marca Trevigiana: il Bianco”.

Io e le mie compagne foodblogger siamo partite dal Relais Le Betulle di buon mattino alla volta di San Pietro di Feletto, percorrendo un tratto dell’affascinate Strada del Prosecco. Ovunque si posasse il nostro sguardo ci perdevamo in distese di meravigliosi vigneti che ondeggiavano tra le dolci colline trevigiane. 11942125_883860004997217_8117851745633767790_o

Tappa numero 1: l’antica Pieve di San Pietro di Feletto, splendida opera di epoca longobarda eretta intorno all’anno mille. Siamo salite dall’imponente scalinata che si affaccia sulla valle e che risale al XIX secolo.pievesanpietro

All’interno della Pieve siamo rimaste affascinate dagli splendidi mosaici che ricoprono le pareti e le volte della chiesa, tipicamente bizantini e realizzati tra il XIII e il XV secolo.

Ci siamo spostate poi a Follina per ammirare l’imponente Abbazia di Santa Maria, un’opera eretta su una precedente edificazione benedettina del XII secolo rivista in epoca cistercense.abbaziafollina

Ciò che mi ha maggiormente colpita è stato il chiostro dei monaci cistercensi, edificato nel 1268 quando i monaci si insediarono nel monastero, come dimostra l’incisione su pietra posta sulla parte nord del chiostro stesso.

La seconda tappa del nostro tour ci ha portate a Conegliano dove abbiamo avuto modo di visitare il Museo del Caffè Dersut.

Qui abbiamo percorso un viaggio nella storia del caffè, che ci ha portate dalla pianta alla tazzina, passando per le fasi di tostatura e macinazione dei chicchi.

museo caffè dersutE’ stato molto affascinante scoprire come nascono le diverse varietà di caffè ed alcuni segreti utilizzati dai migliori barman! Ad esempio, lo sapevate che la perfetta tazzina di caffè deve essere rigorosamente in porcellana bianca?

Per pranzo ci siamo spostati di pochi chilometri, arrivando al Cheese Bar Per, l’innovativo locale con la formula tavola/bottega ideato da Latteria Perenzin.

Qui il casaro Carlo Piccoli, dopo un delizioso buffet di benvenuto con fingerfood alla spuma di robiola e bergamotto, ci ha accompagnate nei locali di stagionatura, dove vengono creati i capolavori caseari Perenzin.latteria perenzin

Il pezzo forte della produzione di Latteria Perenzin è il bio e soprattutto la lavorazione di latte di capra, pecora e bufala.

Per pranzo abbiamo avuto modo di assaggiare specialità create dagli chef del PER, come la delicatissima cheesecake salata con mousse di Feletto a Latte Crudo.

Infine ci è stata proposta in degustazione una selezione della migliore produzione casearia artigianale Perenzin: Piccolo Fiore di Bufala, Ubriacato di Bufala, Capra Ubriacato al Traminer, Montasio DOP stagionato, San Pietro in cera d’api e il Dolce Treviso tre latti. Tutti questi formaggi (tranne il Piccolo Fiore di Bufala) erano reduci da un grandissimo successo in terra inglese, dove hanno sbaragliato la concorrenza al Global Cheese Awards vincendo ben 5 medaglie!

 

Si è concluso all’insegna dell’eccellenza il blog tour nella Marca Trevigiana. Un viaggio emozionante, denso di appuntamenti, di cultura, storia ed aziende eccellenti, che ci ha fatto scoprire da vicino tutto ciò che può offrire un territorio ricco come quello trevigiano.

Ora attendo solo il prossimo viaggio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...