L’AIAC VOLA IN BRASILE IN PROGRAMMA IL PRIMO CORSO OLTREOCEANO

L’AIAC approderà a Venda Nova do Imigrante, in Brasile, per insegnare le tecniche di produzione del formaggio di qualità artigianale Made in Italy. Un’opportunità nata dall’ invito dell’allievo Amedeo Mazzocco, che ospiterà il ricco calendario delle prossime lezioni nel suo caseificio.

AIAC vola in Brasile e porterà con sé l’ingegno del Made in Italy, il sapere e l’artigianalità legata all’arte casearia e l’innovazione tecnologica. Un bagaglio prezioso che condividerà con i nuovi aspiranti casari, durante il prossimo corso oltreoceano.

Sarà una nuova storia di successo quella dell’Accademia che avrà la possibilità di promuovere l’arte casearia italiana in Brasile, ospitata dal caseificio Orolatte, a Venda Nova do Imigrante, dove l’ex allievo Amedeo Mazzocco, con gli elementi appresi dal corso, ha dato vita ad un innovativo laboratorio di trasformazione del latte di qualità.

Dal 22 al 25 novembre il programma degli insegnamenti approfondirà il mondo dei formaggi, dai freschissimi agli stagionati, con focus specifici sulle coagulazioni lattiche e la produzione della mozzarella. Verranno inoltre trasmesse le tecniche di salatura e la gestione delle stagionature, oltre alle competenze di marketing indispensabili per avviare un caseificio secondo un modello economico innovativo, in grado di creare nuovi posti di lavoro.

Durante la quattro giorni non mancheranno i momenti di convivialità: i pranzi e le cene comprese nel corso saranno un prezioso momento di scambio con gli allievi e il 24 novembre, avrà luogo un aperitivo aperto al pubblico, con una ricca degustazione di formaggi prodotti dagli aspiranti casari. Un’occasione creata ad hoc da Carlo Piccoli, Presidente dell’Accademia, per presentare i recenti progetti dell’associazione e brindare all’apertura della nuova sede brasiliana, in presenza di autorità, chef, ristoratori, blogger e giornalisti.

L’esperienza in Brasile scriverà una pagina importante per l’AIAC, che si aggiunge alle numerose attività di successo delle passate edizioni. Diversi i corsi organizzati all’estero, in particolare in Ungheria e Bosnia-Herzegovina, oltre al recente format di lezioni in lingua inglese, ideato per soddisfare le numerose richieste di partecipazione giunte da tutto il mondo.

AIAC è impegnata in un percorso di valorizzazione della cultura casearia offrendo un’opportunità formativa del tutto esclusiva, coordinata da esperti del settore e volta ad incentivare l’artigianalità e l’eccellenza nel lattiero caseario made in Italy: per la fine dell’anno sono stati confermati i corsi nella sede dell’Accademia a Bagnolo (TV) di novembre e dicembre e a breve usciranno le date per i prossimi appuntamenti del 2018.

Per info e costi delle attività didattiche:
tel. 0438 21355 / mail accademia.artecasearia@gmail.com

Annunci

Master Class “Food Wine & Co” quest’anno ci sono anche io!

Dal 23 al 25 novembre sarò a Roma, in occasione dell’evento “Food Wine & Co” organizzato dal Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media in collaborazione con Cinecittà Studios e con il patrocinio di Ferpi e ANSA. Un appuntamento per me imperdibile che per passione e per “deformazione professionale” sono sempre attenta e pronta ad essere parte attiva a questi eventi.

L’evento si svolgerà per le prime due giornate, il 23 e il 24 novembre, negli storici Studios di Cinecittà; il 25 novembre, invece, mi trasferirò nei luoghi di Mercato Mediterraneo – Cibi, Culture, Mescolanze, il nuovo progetto autonomo di Fiera di Roma che intende valorizzare la filiera agroalimentare, lo sviluppo rurale, la salvaguardia dell’ambiente e del territorio, attraverso lo scambio di esperienze, cultura e storia.

Il progetto Food Wine & Co. nasce da un’idea di Simonetta Pattuglia – Direttore del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media, Presidente Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale Ferpi – e da Paola Cambria – Giornalista e sommelier, Direttore Comunicazione e Immagine. Saranno loro a introdurre la kermesse, composta da 6 Master Class formative in cui il cibo, il vino, la gastronomia e la birra, daranno vita a dibattiti e riflessioni stimolanti. Quest’anno l’obiettivo è quello di declinare il concetto della Food Innovation a partire dalle innovazioni che riguardano i prodotti e la filiera, fino a concentrarsi sulle strategie di marketing e comunicazione più adatte per restituire valore a un mercato che dimostra un crescente potenziale di sviluppo. Nell’era del consumo consapevole, i brand devono restituire una narrazione che sia trasparente e credibile, che valorizzi il patrimonio territoriale italiano e che sia in grado di offrire al pubblico un’esperienza olistica, che metta insieme cibo e cultura, socialità ed emozionalità.

Su questi temi si concentrerà la terza Master Class, che ospiterà le testimonianze di Diana Candusso, Responsabile Prodotto Enogastronomia di PromoTurismo FVG, la quale racconterà il progetto Strada Del Vino E Dei Sapori Del Friuli Venezia Giulia nato con la legge regionale 22/2015 volta a sviluppare, in modo coordinato e competitivo grazie a questo contenitore unico, il turismo legato al mondo del vino e dell’agroalimentare. Lamberto Mancini, Direttore Generale di Touring Club Italiano, racconterà il sistema Touring e il lancio di Touring Digital: l’associazione ha contribuito in modo significativo allo sviluppo del turismo e alla crescita economica e socio culturale italiana, tanto da essere considerata un fiore all’occhiello per il nostro paese. Alberto Mazzoni, Direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, il maxiconsorzio che, da più di 15 anni, scommette sulla qualità del prodotto quale elemento distintivo del brand Marche: il suo intervento sarà quindi focalizzato sul vino e sulla promozione del territorio. Infine, Maurizio Vanni, Direttore Lucca Center of Contemporary Art, parlerà del food storytelling, presentando i casi di Vespa, Recard e Lu.C.C.A. Museum. “Il Food Storytelling non è altro che una meta-narrazione che combina un percorso enogastronomico alle arti, – afferma Vanni – utilizzando il pretesto delle portate e di alcune live performance per raccontare e alludere anche al prodotto o al servizio di qualunque impresa.”

 

In qualità di iscritta alla Ferpi, la Federazione Italiana Esperti Relazioni Pubbliche sono orgogliosa di poterci essere anche io: vi racconterò come è andata!

 

 

La Vite è Donna: dal Barolo al Nero d’Avola

Vi segnaliamo un interessante evento organizzato dall’Associazione Donne del Vino, in particolare delle delegate del Friuli Venezia Giulia, che si terrà sabato 8 Luglio a Portopiccolo Sistiana (Trieste), magica località che si affaccia sul Golfo di Trieste, a cui parteciperemo insieme alle colleghe Donne del Vino provenienti da tutta Italia.

La località ospiterà 77 produttrici provenienti da ogni regione per presentare l’Italia attraverso un percorso enologico unico nel suo genere: dal Barolo al Nero d’Avola, vini declinati interamente al femminile. Un viaggio tra oltre 150 etichette da Nord a Sud.

Nella mattinata dell’8 luglio si terrà il convegno “Gli amici di sala, sommelier per amico”. Interverranno: la presidente delle Donne del Vino Donatella Cinelli Colombini, Pia Donata Berlucchi, Alessandra Fedi e un collegamento in diretta dall’America con Lidia Bastianich. Della psicologia e dei lati nascosti che si devono avere come ottimo sommelier tratterà Rossana Bettini Illy, mentre il sommelier Gianluca Castellano si occuperà di emozionalità dell’abbinamento. Intervengono Carlos Santos (Amorim Cork) e Luca Bini (designer del vetro). Modera Simona Migliore. Seguirà un trailer di film in cui si trova la figura del sommelier, a cura di Cinema Zero.

evento-la-vite-e-donna-850x383

Sabato 8 Luglio alle 19 inizierà la degustazione aperta al pubblico (ingresso a 33 euro) con la presenza di una madrina d’eccezione, la scrittrice Sveva Casati Modignani. Ogni produttrice presenterà i propri vini affiancata da alcune prelibatezze della propria regione. Gli chef di Portopiccolo creeranno finger food sfiziosi.
Completerà la serata la postazione “Libero point” di Electrolux Professional dove la chef Marina Ramasso, titolare dell’Osteria del Paluch di Baldissero Torinese (Torino), offrirà a tutti i presenti alcuni piatti cucinati in diretta e ideati appositamente per l’evento.

Per informazioni

http://www.ledonnedelvino.it

Pic-nic o caccia al tesoro? Tutte le proposte per pasquetta e i ponti primaverili dei Giardini di Sissi

Una Pasquetta a Caccia dell’“uovo botanico” e un pic-nic per il Ponte del 25 aprile. I Giardini di Castel Trauttmansdorff danno il benvenuto alla bella stagione con fantastiche occasioni di svago e relax per adulti e piccini.

Continua a leggere

Giardini di Sissi: un arrivederci al 2017!

foto-1

L’inverno si avvicina e con esso la chiusura dei Giardini di Sissi a Merano. Un posto meraviglioso a cui oggi anno dedico almeno un weekend per immergermi nei suoi sentieri e assaporare la dolce tranquillità di cui si gode all’interno!

Continua a leggere