Porte aperte all’eccellenza: Tomasoni e Master si raccontano

Devo dire che sabato è stata una giornata ricca di appuntamenti e di nuove scoperte!

IMG_1837

#dallaStallaAllaTavola

IMG_20160402_085400

Sveglia di buon’ora, mi sono diretta alla volta del Caseificio Tomasoni a Breda di Piave, che ha aperto le sue porte per un tour dedicato alle food blogger, per raccontare e condividere in maniera trasparente le peculiarità dell’azienda. Il progetto “dalla Stalla alla Tavola” nasce dalla volontà di valorizzare e porre l’attenzione sui prodotti per aiutare il consumatore a compiere scelte alimentari consapevoli, attraverso l’esperienza diretta nella sede produttiva.

Dopo un caloroso benvenuto la famiglia Tomasoni ci ha accolto e fatto emozionare grazie raccontandoci la storia del caseificio, nato 60 anni fa grazie alla passione di Primo. Il compito IMG_1682di Cicerone durante la visita è stato affidato a Monica Favoccia, responsabile controllo- qualità, che con maestria ci ha spiegato tutto il processo di lavorazione dei formaggi, dall’arrivo del latte (proveniente da stalle del trevigiano altamente selezionate ) fino alla creazione dei vari prodotti caseari. E’ stato davvero interessante apprendere le differenze tra le tipologie di latte utilizzate: vaccino, bufalino e caprino. Proprio su quest’ultimo l’azienda ha deciso di puntare molto soprattutto negli ultimi anni, per arricchire la propria offerta attraverso una gamma di prodotti destinati alle persone intolleranti al lattosio, e non solo! Infatti il latte di capra -oltre ad essere altamente digeribile- è particolarmente indicato per anziani e bambini per il suo elevato contenuto di calcio ed è reso sicuramente appetibile per il suo ridotto apporto di calorie.

DSC_0775Un altro aspetto che mi ha lasciato stupita sono stati gli innumerevoli controlli che accompagnano la lavorazione dei formaggi dall’arrivo della materia prima fino al loro confezionamento (che tutt’oggi viene effettuato rigorosamente a mano)! Non c’è cosa più importante di questi tempi che avere la sicurezza di ciò che mangiamo, grazie al rispetto di standard qualitativi, norme igienico -sanitarie e la trasparenza della tracciabilità dei prodotti.

IMG_1700L’open day è stato un nutrimento per la nostra mente curiosa, ma non solo! Rientrate dagli stabilimenti produttivi abbiamo trovato ad attenderci Eva, terza generazione della famiglia Tomasoni, che aveva adibito un ricco buffet di assaggi realizzati con i diversi formaggi. Le ricette che ho trovato più particolari e che sicuramente proverò, sono:

  • bicchierini con crema di ricotta di capra abbinata a marmellata di lamponi;
  • barchetta di radicchio con stracchino Primo Light, mele, gocce di miele e noci;
  • rotolini di zucchine grigliate ripieni di crema di stracchino di bufala e prosciutto cotto tritato;
  • voulevant con Crema del Piave e acciughe.

 

Untitled design (1)Un momento di ritrovo e confronto con le altre blogger e il personale, che si è dimostrato sempre molto gentile e disponibile nel rispondere a dubbi e perplessità. Ciò che porto con me da questa esperienza è stato comprendere come queste realtà riescano a valorizzare il territorio grazie alla collaborazione di fornitori selezionati entro un raggio di 30-40 km dalla sede produttiva, immettendo poi sul mercato prodotti di indiscutibile qualità dedicati a consumatori sempre più esigenti.

Il caseificio Tomasoni rappresenta un connubio tra innovazione e tradizione, processi manuali e meccanizzati, attaccamento al proprio territorio e confronto con nuovi mercati, familiarità e competenza.

#dalCampoAlPiatto

IMG_1738

La giornata culturale però non si è conclusa qui: saltate in auto ci siamo dirette a Vedelago, dove ci aspettava una seconda visita all’interno di un’altra importante azienda, orgoglio del Veneto: IMG_5548Master. Anche in questo caso, non ero nuova tra le mura aziendali, ma le occasioni per scoprire nuovi aspetti e particolarità non sono mai abbastanza! Dal campo al
piatto
ci ha raccontato e descritto la filiera produttiva che si cela dietro agli gnocchi Mamma Emma, permettendoci di addentrarci all’interno degli stabilimenti e scoprirne i segreti! Dalla patata vera (non fecola o fiocco), IMG_5509lavorata e trasformata poi in prodotti di incredibile qualità e gusto, declinati in un’offerta variegata che va dai canederli, agli spatzle agli gnocchi bio e vegani, realizzati senza l’utilizzo di uova. Abbiamo potuto vedere con i nostri occhi l’intero processo di lavorazione, visitando le varie aree produttive e ascoltando le spiegazioni direttamente dal titolare Adriano Bianco.

IMG_5551Abbiamo avuto nuovamente l’occasione di appassionarci alla storia di un’azienda trevigiana che rappresenta l’eccellenza gastronomica made in Italy. Ed anche in questa occasione siamo state deliziate con uno show cooking d’eccezione: una dimostrazione da parte dello chef stellato Nicola Di Nato nella bellissima cornice di Villa Renata di Castelfranco.

Già solo la location evocava un’atmosfera magica, un contesto signorile, con marmi veneziani, affreschi e bellissime stanze! Lo chef poi ci ha incantate proponendoci tre ricette realizzate con diverse tipologie di gnocchi:Untitled design

  • Gnocchi Mamma Emma di patate con bottarga, scamorza affumicata e bruscandoli;
  • Gnocchi Mamma Emma ripieni al gorgonzola con crema di asparagi verdi, lamelle di asparagi bianchi e tuorlo d’uovo grattugiato;
  • Gnocchi Mamma Emma biologici senza uovo con crema di cavolfiore e olive taggiasche.

E’ stata dunque una lunga giornata, ma goduta fino all’ultimo istante in quanto all’insegna dell’eccellenza, declinata non solo in sapienza produttiva di due grandi aziende del
Trevigiano, ma anche nell’accuratezza dell’ospitalità ricevuta. Sono proprio felice di aver potuto assaporare fino in fondo i due tour, entrambi particolari e stimolanti nella loro diversità: da una parte la familiarità e la genuinità di ambienti rurali, dall’altra la raffinatezza enogastronomica e culturale che hanno dato vita ad un’esperienza formativa ma soprattutto emozionale.

IMG_5577

 

#caseficiotomasoni #formaggitomasoni #mastergnocchi #gnocchimaster #fevarestaurant #nicoladinato #openday #blogtour

Annunci

Un pensiero su “Porte aperte all’eccellenza: Tomasoni e Master si raccontano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...