IL PANETTONE E L’ARTE DEL VINO: UNA GUIDA AGLI ABBINAMENTI TUTTA AL FEMMINILE

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Si è conclusa con successo la conferenza stampa a Milano con le Donne del Vino e l’Antica Pasticceria Muzzi, la guida agli abbinamenti “Il Panettone e l’Arte del Vino” è la punta di diamante di questo bellissimo progetto.

Con quali vini si abbina il panettone? Solo calici dolci o ci possono essere curiosi accostamenti con altri vini?  Ha provato a rispondere a queste domande l’Antica Pasticceria Muzzi con “Il Panettone e l’Arte del Vino”, un vademecum alla scoperta degli abbinamenti tra i vini regionali italiani e i lievitati da ricorrenza. La guida è stata realizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino che ha messo a disposizione la grande conoscenza delle sue sommelier. Il prezioso libricino sarà in omaggio in tutti i panettoni della Linea Vini del Catalogo 2019 e nel panettone classico appositamente studiato per celebrare la collaborazione. In tutto 72 abbinamenti che vanno dal Fiori d’Arancio Colli Euganei Spumante, ottimo con il pandoro classico, al Gewurztraminer Passito Doc perfetto con il Panettone albicocche e cioccolato, dal Moscato d’Asti abbinato al Panettone curcuma e zenzero all’Erbaluce di Caluso Passito per il Panettone glassato alle nocciole IGP fino ai Campi Flegrei Falanghina Passito Doc ma anche l’Aglianico Passito e il Lambrusco di Modena Spumante Rosato Extra Dry solo per citarne alcuni.

L’iniziativa sancisce un’alleanza tra Antica Pasticceria Muzzi, leader nella pasticceria lievitata da ricorrenza nel segmento Premium, e l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino presieduta da Donatella Cinelli Colombini. L’Associazione nata nel 1988, riunisce più 870 professioniste del comparto enologico ed è oggi la più grande associazione di vino al femminile del mondo. Da sempre si distingue per i progetti di sviluppo sostenibile dei territori agricoli e la salvaguardia del patrimonio di vitigni autoctoni rari e storici, col valore aggiunto della sensibilità femminile verso la formazione e la diffusione della cultura del vino legato ai territori dove si produce.

La guida è stata curata dalle Donne del Vino Cinzia Mattioli, ristoratrice e sommelier, Camilla Guiggi, giornalista e sommelier e Antonietta Mazzeo giornalista e sommelier, che definiscono il modo corretto per servire i dolci da ricorrenza in abbinamento ai vini, al fine di esaltarne gli aromi. Non solo bollicine ma un ampio sguardo sui vini da dessert di ogni regione d’Italia, spumantizzati, ma anche fermi e passiti ottenuti in prevalenza dalla grande varietà di vitigni autoctoni presenti su tutto il territorio nazionale.

Antica Pasticceria Muzzi, erede diretta della famiglia Muzzi, pasticceri umbri di Foligno dal 1795, recupera una ricetta semplice e antica, per un panettone artigianale “a metodo classico”, equilibrato nei profumi del burro e della madre di lievito, risulta delicatamente aromatico grazie alle scorze d’arancia di Sicilia candite.

GRANDE AFFLUENZA ALLA PINACOTECA AMBROSIANA DI MILANO PER IL PROGETTO “LEONARDO 500” DELLA RINOMATA PASTICCERIA GIOVANNI COVA & C.

Grande successo di giornalisti e blogger intervenuti numerosi alla conferenza di presentazione  della nuova collezione di dolci da ricorrenza per il Natale 2019 della nota pasticceria milanese Giovanni Cova & C., organizzata da noi in una location d’eccezione: la Pinacoteca Ambrosiana di Milano. Alla conferenza sono intervenuti su invito numerosi rappresentanti delle più autorevoli testate di settore e lifestyle.La nuova linea Leonardo 500 e i suoi preziosi incarti, che riproducono le opere di Leonardo, hanno suscitato molto interesse perchè puntano a stimolare e fidelizzare  con un nuovo ed emozionante progetto culturale i suoi estimatori. Una linea di panettoni e pandori dedicati al genio di Leonardo, in occasione del 500° anniversario. Il noto marchio milanese collabora da quest’anno con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, nel sito della quale è custodita la più importante raccolta esistente di scritti e opere del più grande genio di tutti i tempi.

La LINEA LEONARDO 500 è un viaggio tra gusto e arte, dove l’armonia e la grandezza delle opere si fondono con l’eleganza e la raffinata tradizione di Giovanni Cova & C., icona dell’artigianalità nella pasticceria milanese. Come Leonardo poneva grande attenzione nello studio di ogni dettaglio per la realizzazione delle sue opere, così la prestigiosa pasticceria Giovanni Cova & C. pone la stessa attenzione nella selezione di ingredienti e materie prime e nella realizzazione di packaging raffinati ed esclusivi, per dar vita ad eccellenze che coniugano l’arte, la bellezza e l’eleganza.

Preziosi incarti e finiture di pregio sono ispirati ad alcuni tra i più noti capolavori del genio di Leonardo, per sottolineare una pagina importante di storia della pittura italiana. La Gioconda, il simbolo della perfezione pittorica nel mondo, racchiude il Panettone Classico da 1 Kg, premiato dall’ International Taste and Quality Institute di Bruxelles con il Tre Stelle Superior Taste Award, in una elegante confezione di latta da collezione; il Panettone Grancioccolato, con granella di nocciole, è racchiuso nella riproduzione dell’opera L’Annunciazione, mentre L’ultima Cena riveste elegantemente il Panettone con gocce di cioccolato bianco, lampone e pistacchio. Ad impreziosire il Panettone curcuma e zenzero, la riproduzione dell’opera La Dama con l’Ermellino; La Vergine delle Rocce avvolge il Panettone farcito con crema di “Pistacchio Verde di Bronte DOP”; Sant’Anna, la Vergine e il bambino con l’agnellino è la copia iconografica che adorna, infine, il Panettone Pere e Cioccolato. Ad impreziosire ogni singola confezione, una raccolta delle riproduzioni utilizzate nel progetto, in tiratura limitata e stampata in altissima risoluzione.

Un omaggio alla creatività e al genio di Leonardo, ma anche al sogno di Federico Borromeo di rendere accessibile la cultura e l’arte alla popolazione. Anche il Panettone, re dei dolci italiani, qui frutto della tradizione pasticcera di Giovanni Cova & C., contribuisce a promuovere la cultura e l’arte italiana nel mondo.

Una divertente serata alla Cantina Zeni 1870 Bardolino

Una bella e divertente serata tra donne all’insegna del vino!! Abbiamo visitato la Cantina di Elena Zeni che da vera padrona di casa ci ha accolto al Museo del Vino e ci ha entusiasmato con un “viaggio” sensoriale nei profumi! Ci siamo trovate in una vera Galleria Olfattiva, abbiamo cercato di individuare 14 elementi olfattivi racchiusi in bellissime scatole rosse, dove in ognuna c’erano varie essenze:  fiori, frutta, spezie ed erbe officinali accompagnate dalle note di un brano musicale con timbri e frequenze che stimolano la concentrazione olfattiva. Il gioco, quello di riconoscere le essenze e scriverle in una lavagnetta, è stato molto divertente. Nella seconda parte del percorso olfattivo, abbiamo potuto verificare la correttezza dei profumi da noi individuati!!!

Elena Zeni, per questa idea geniale ha ritirato a Verona durante il Vinitaly il premio «Donne Vino Design», per la sezione «oggetto-esperienza», organizzato dall’Associazione nazionale «Donne del vino» e vinto grazie alla Galleria olfattiva «Go» che per prima in Italia è stata dedicata unicamente al vino.

Visitando la cantina assieme ad un gruppo di Donne del Vino siamo partite dal Museo del vino che rappresenta un interessante percorso storico culturale del territorio. A cena organizzata in bottaia abbiamo potuto degustare vini di grande carattere (mi ha stupito tra tutti il Chiaretto in Anfora!) ed assaggiare un menù eccellente! Grazie ancora Elena e complimenti per le tue strepitose idee!

 

Alla festa di fine Vinitaly 2019

Oltre 250 Donne del Vino di tutte le regioni italiane si sono trovate mercoledì 10 aprile al Palazzo della Gran Guardia a Verona per festeggiare assieme sotto l’identità del “vino” la fatica e i successi di questa grande edizione di Vinitaly. Numerosi gli ospiti, tra gli sponsor Andrea Muzzi dell’Antica Pasticceria Muzzi che collaborerà con l’Associazione con un progetto che lega il vino al più famoso dolce da ricorrenza, il panettone. La cucina è stata curata dalla chef piemontese Marina Ramasso, bravissime le sommelier che hanno messo in degustazione oltre 150 etichette da tutta Italia.

Una sosta golosa a Gourmandia 2019

Sono stata all’evento enogastronomico più goloso dell’anno tenutosi a Treviso dove ho incontrato tantissimi produttori d’eccellenza e assaggiato dei prodotti incredibili. Salumi, formaggi, vino, birra, dolci e tanti show cooking con i migliori chef! La manifestazione è suddivisa per aree per garantire a tutti delle esperienze di gusto uniche e affascinanti.